Cultura

Università Mediterranea nuovo membro dell’International Astronautical Federation

Santo-Marcello-Zimbone

Il 21 ottobre 2019 l’Assemblea Generale dell’International Astronautical Federation (IAF), riunitasi nell’ambito del 70th International Astronautical Congress – IAC 2019 – svoltosi a Washington D.C. (USA) dal 21 al 25 ottobre 2019, ha approvato la nomina, quale nuovo membro della IAF, dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, presentata nella stessa Assemblea dal Magnifico Rettore prof. Santo Marcello Zimbone.

Della IAF, la più grande Federazione del settore, fanno parte 393 membri provenienti da 68 Paesi e rappresentanti l’industria spaziale e aeronautica, le associazioni e organizzazioni spaziali internazionali, l’università, i centri di ricerca e sviluppo, le agenzie spaziali nazionali, i musei.

Nell’ambito dello IAC 2019, che ha fatto registrare circa 6000 partecipanti, il 24 ottobre ha avuto luogo uno specifico Panel per la presentazione dei risultati dell’International Space Forum – The Mediterranean Chapter sul tema Space Technology and Applications meet Mediterranean Needs, tenuto a Reggio Calabria il 5 settembre 2019 e organizzato dalla IAF, dall’Agenzia Spaziale Italiana – ASI – e dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Al Panel, moderato dal Vice-Presidente della IAF con delega alle relazioni con la Scienza e l’Accademia nonchè Consigliere di Amministrazione dell’Università Mediterranea Gabriella Arrigo, hanno preso parte il Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea, il Presidente della IAF Jean Yve Le Gall, il Presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia e il Consigliere per lo Spazio del Ministro greco per la Governance digitale e lo Spazio Stamatios Krimigis.

In alto