Sport

Trofeo Vito Lepore. Parla Umberto Di Martino, Coach della Calabria

fip trofeo lepore

Fino a pochi anni fa era alle prese con le massime categorie del basket italiano complici le sue esperienze a Scafati e non solo. Oggi, invece, è al cento per cento un Coach di Calabria ed allena la rappresentativa dei 2005.

Abbiamo parlato con Coach Umberto Di Martino, tecnico campano pronto a dar manforte al movimento calabrese.

Una vittoria ed una sconfitta in Basilicata per i giovani di Calabria. Un’impressione sul Torneo Vito Lepore?

Una sconfitta preventivabile con la Sicilia e una vittoria abbastanza convincente con il Molise. Possiamo tranquillamento dire che ritorniamo con una maggiore consapevolezza che la strada è ancora lunga ma è quella giusta.

Un passo alla volta: quanto possono crescere i 2005 di Calabria in vista del Trofeo delle Regioni?

Il gruppo dei 2005 è un gruppo davvero molto interessante perché composto da ragazzi con grande voglia di basket e soprattutto che hanno una grandissima capacità di apprendimento e che hanno dimostrato durante i raduni fatti tanta voglia di imparare.

E’ un gruppo che è arrivato a queste esperienze dopo il ricco progetto Giovani Calabria che ha permeato tutta la regione di raduni, allenamenti e partite: la strada corretta per far bene.

La Sicilia è inarrivabile: questione di numeri e bacino d’utenza o c’è dell’altro?

Per quanto riguarda la Sicilia si possono essere numeri, bacino d’urgenza ma la cosa principale è che hanno un passo in più, un’intensità nel fare le cose che si portano dietro dalle proprie società.

Coinvolgimento, raduni e tornei: ha qualche consiglio, indicazione per le squadre di Calabria?

Io non mi sento di dare consigli o indicazioni a nessuno ma quello che sicuramente manca al nostro movimento calabrese è quella sana competizione e quella intensità nel giocato che poi si ritrova quando si mette piede fuori regione.

L’immagine più bella del Trofeo Lepore ?

Dal trofeo Lepore riporto con me sicuramente il ricordo di un gruppo di ragazzi che sin dall’inizio hanno creato quel feeling giusto che fa sì che qualunque esperienza ti lascia positività e tanta voglia di continuare.

In alto