Gustovagando

Tour alla scoperta delle chiese bizantine

Rossano chiese bizantine 1

Rossano: tanta partecipazione al tour guidato gratuito, alla scoperta delle diverse chiese bizantine nell’incantevole centro storico bizantino.

Tanta partecipazione, domenica 7 ottobre, al tour guidato alla scoperta delle diverse chiese bizantine presenti nell’incantevole centro storico bizantino. In mattinata, dopo il raduno nella centralissima Piazza Steri in Rossano centro, i tanti partecipanti, grazie alla collaborazione del Club Trekking Corigliano-Rossano e alla relazione storica del Prof. Francesco Filareto, hanno visitato la chiesa di San Nicola all’Olivo priva di facciata principale con copertura a capanna in ferro; l’antica edicola votiva della Madonna Achiropita che si trova all’interno della Cattedrale; la Panaghia (in greco Tutta Santa), risalente al XI° Secolo; l’oratorio del Pilerio posto su un basamento a scarpa; la Chiesa di San Marco che è un oratorio bizantino eretto sulla roccia che ha la pianta a croce greca. L’iniziativa nella Città del Codex è stata promossa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), dalla Delegazione di Cosenza e dal Gruppo FAI di Rossano guidato da Giancamillo Gurgo. Presente anche una nutrita rappresentanza del FAI di Catanzaro che, nel pomeriggio, ha visitato anche il Museo Diocesano e dove si trova custodito il Codex Purpureus Rossanensis (Prezioso Evangelario che ha ottenuto nel 2015 il meritato riconoscimento dall’Unesco quale patrimonio mondiale dell’umanità), L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell’Arcidiocesi Rossano-Cariati, del Museo Diocesano e del Codex, in collaborazione con il Club Trekking Corigliano- Rossano, Corigliano per la fotografia e dall’Associazione “Insieme per Camminare”. Un appuntamento che ha entusiasmato i tanti visitatori che hanno preso parte al significativo appuntamento nella Città del Codex, i quali hanno ammirato da vicino il ricco patrimonio artistico presente nell’incantevole centro storico di Rossano e, soprattutto, le diverse chiese bizantine sopra elencate. Complimenti, infine, agli organizzatori per la lodevole iniziativa.

ANTONIO LE FOSSE

In alto