Archivio

Scelta rivoluzionaria a Cinquefrondi: si triplicano i fondi per assistenza specialistica

Michele-Conia

L’Amministrazione Comunale, perseguendo quelli che sono i punti fermi del programma elettorale di Rinascita, ha voluto prendere un impegno serio nei confronti dei bambini disabili e delle loro famiglie.  Al fine di garantire loro un sempre più adeguato inserimento in tutti i settori della vita quotidiana, ha deliberato un atto di indirizzo alla Dirigente delle Politiche Sociali, in cui si investono ben 15.300,00 euro per garantire l’Assistenza Specialistica nelle scuole.
Passi da gigante sono stati fatti, nonostante le grandi difficoltà economiche.
Basti pensare che il servizio nel momento di insediamento di questa amministrazione disponeva di un capitolo di bilancio di soli 5.000 euro.
L’anno scorso per la prima volta il comune ha garantito direttamente il servizio (per un ammontare di 50 ore di assistenza specialistica a bambino) e quest’anno, ascoltando anche i genitori, il servizio verrà raddoppiato, triplicando addirittura i fondi messi a disposizione dalla vecchia amministrazione.
L’Assessora Manfrida:
“Vado sempre più orgogliosa di come questa amministrazione affronti i problemi del sociale. Rimango sempre più convinta che, in realtà piccole come quella di Cinquefrondi, non c’è bisogno di istituire figure e passerelle, ma semplicemente osservare la realtà e fare tutto ciò che è nelle nostre capacità per migliorarla”.
Il Sindaco Conia: “Un altro atto rivoluzionario, senza precedenti con il fine unico di garantire diritti ed uguaglianza sostanziale oltre che formale a tutti i cittadini. Abbiamo incontrato varie volte i genitori ed abbiamo deciso di spendere meno soldi per sagre e feste quest’estate, ma dare il massimo per garantire un’assistenza specialistica ai bambini nelle scuole.
Una scelta non facile economicamente, ma pur svuotando le casse del nostro già risicato bilancio, riempie i nostri cuori e rende sempre più Cinquefrondi “Comune dei Diritti”. Grazie a tutti gli Assessori che hanno accettato di decurtare somme per le loro attività per investirli nel sociale, segno di una squadra compatta che mette i diritti come priorità.
Mi auguro che la scuola e le famiglie sappiano cogliere questo sacrificio e che tutti insieme si possa rendere un servizio ottimale di assistenza e supporto ai bambini”.

In alto