Blog

Reggio e un’Amministrazione che ama apparire

falcomatà inaugurazione rc

L’Amministrazione di questa città, con in testa il Sindaco è sempre più orientata all’apparire che non al fare. Invece di verificare e guidare gli interventi per eliminare le tante negatività, amano gloriarsi di eventi di cui al massimo hanno un piccolissimo merito e farsi fotografare alle tante ed a volte ripetute inaugurazioni.

Negli ultimi giorni il Sindaco Falcomatà è apparso su tutti i media per l’inaugurazione delle nuove targhe toponomastiche, donate dal Rotary, e posate sulla ex via Cimino, nel tratto tra piazza Castello e piazza Carmine, a ricordo e onore di Monsignor Ferro. Non si è visto , solo ad esempio, in una delle tante vie cittadine, spesso impraticabili, quasi sempre pericolose ed indecorose per la sporcizia, le buche, la carenza di illuminazione e la sosta selvaggia.

Contemporaneamente il Consigliere delegato al Turismo, Giovanni Latella, in interviste rilasciate alla stampa ha affermato di voler candidare Reggio ad essere una delle grandi capitali italiane della musica, dell’arte e della cultura visto il successo riscosso dai concerti di Massimo Ranieri e Biagio Antonacci, che in 48 ore hanno portato in città quasi 12.000 spettatori. Con questi concerti, a suo dire, il PalaCalafiore ed il Teatro Cilea sono tornati ad essere i due “grandi templi” cittadini della cultura, della musica e dello spettacolo. Si continua a lavorare per un turismo mordi e fuggi, trascurando le infrastrutture di collegamento e ricettive, la vera cultura, i musei, le bellezze naturali e la pulizia ed il decoro della Città che una volta era “bella e gentile”.

Francesco Teofilo

In alto