Spettacolo

Palizzi celebra il regista Pasquale Squitieri

palizzi festival Amato Battaglia Gavrilas Burlacu e Petrolino

Stasera, domenica 13 agosto, gran finale con Corinne Clery, Giusy Versace, i cortometraggi e la consegna dei premi “Caretta Caretta”, “Tonio Licordari”, “Gogol” e “La Valentina”
Le vicende storico politiche del post unità d’Italia hanno monopolizzato la terza serata del “Palizzi International Film Festival – retrospettiva metropolitana”, interamente dedicata al compianto regista napoletano Pasquale Squitieri. Il suo film probabilmente più discusso, “Li chiamarono…briganti!”, ha tenuto col fiato sospeso la platea di Piazza dei Martiri, in un susseguirsi di scene incalzanti caratterizzate dalla recrudescenza del brigantaggio e la sua sanguinaria repressione operata dall’esercito italiano.
La proiezione è stata preceduta da un interessante dibattito, moderato dal direttore artistico del Festival Giacomo Battaglia e dall’attrice rumena Vasilica Gavrilas Burlacu, cui hanno preso parte lo storico Pasquale Amato e il critico cinematografico Nicola Petrolino. I due si sono soffermati a lungo sulla figura di Squitieri, definendolo personaggio scomodo del cinema italiano, regista controcorrente che amava lo scontro e la polemica, capace di affrontare tematiche delicate quali droga, terrorismo, emigrazione e rapporti fra mafia e politica. Si è discusso anche del ritiro immediato del film dalle sale cinematografiche. Un ritiro che avvenne in circostanze mai chiarite: secondo alcuni per l’insuccesso al botteghino, secondo altri perché boicottato e tacciato di revisionismo. Per altri ancora si trattò di una vera e propria censura dovuta a pressioni da parte dello Stato Maggiore dell’Esercito.
Cinema e non solo nel terzo atto del PIFF, anticipato nel tardo pomeriggio da una sfilata in piazza di auto d’epoca e Ferrari, con gli ospiti accompagnati fino al red carpet a bordo di una vecchia 600 multipla. In apertura di serata Natale Romeo e Lillo Cavallo, co-presidenti della “Scuderia Ferrari Club” di Reggio Calabria, hanno omaggiato il sindaco di Palizzi Walter Scerbo con una targa.
Stasera attesissimo epilogo della kermesse cinematografica, con Giacomo Battaglia affiancato nella conduzione dalla madrina del Festival Giusy Versace. Spazio alla proiezione dei cortometraggi del gruppo “Brutti Molti Belli”, “Al di là del mare” di Fabio Schifilliti e “Il summit” di Salvatore Romano. “Clou” della serata la consegna del premio “Caretta Caretta” all’attrice Corinne Clery. Per la rubrica “Profumo di libri” Peppe Livoti presenta il libro di Ninni Bruschetta “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista”. In palinsesto anche la consegna dei premi “Tonio Licordari” al giornalista Tonino Raffa, “Gogol – l’oscar de sorriso” al dott. Salvatore Costarella e alla regista Francesca Grenci, “La Valentina” a Giusy Versace.

nella foto da sinistra Amato, Battaglia, Gavrilas Burlacu e Petrolino

In alto