Politica

Nuovo percorso politico di MLI Calabria

MLI Calabria - movimento liberazione italia

MLI Calabria comunica di aver intrapreso un nuovo percorso politico, che parta dalla Calabria ma con una finestra sul Nazionale, consci che l’Italia abbia bisogno di una riscossa concreta. I rapporti personali estesi in questi ultimi mesi tra i componenti dei Calabresi in Movimento (CiM) e il Movimento Liberazione Italia (MLI) hanno fatto sì che nascesse un nuovo sentire e una connessione verso il rivoluzionario Movimento del Generale dei Carabinieri (r.) Antonio Pappalardo, il quale sta scuotendo da tempo e fermamente il panorama socio-politico attuale venutosi a creare attraverso lampanti spinte globaliste e gli interessi di pochi. Le battaglie e gli obiettivi del MLI sono largamente condivise dagli ex membri di CiM che hanno deciso di aderirvi per sposare un progetto nazionale e ultimamente anche internazionale di rottura – vista l’alleanza con i gilet gialli francesi – atto a scardinare il malcostume e l’assetto oligarchico del mondo occidentale tout court. Il neo-direttivo MLI Calabria composto da Antonino Calabrese, Francesco Anoldo, Giovanni De Gaetano, Marco Ielo, Sergio Romeo e Rosalia Francesca Salvatore esprime piena soddisfazione per questo nuovo traguardo venutosi a creare.

A tal proposito, si fa presente che la scelta di aderire al movimento MLI, da parte dei membri della neo-delegazione calabrese, è stata compiuta a titolo esclusivamente personale e in piena libertà, scevra da qualsiasi imposizione esterna o responsabilità di terzi. Abbiamo deciso tutti insieme di aderire a un movimento esclusivamente politico con l’idea che Calabresi in Movimento, progetto nel quale eravamo precedentemente coinvolti, fosse esclusivamente un laboratorio culturale nato per sensibilizzare la politica sui temi della sharing economy. Talché era nostra idea non abbandonare il progetto CiM poiché non vi è oggettiva incompatibilità, in quanto esso non risulta, giuridicamente parlando, un costituito partito politico. Dal momento che la GC Management srl, ideatrice di CiM nella persona dell’imprenditore Gaetano Campolo, ha deciso di revocare gli spazi precedentemente aperti, i neo-aderenti calabresi MLI si distaccano ufficialmente dalla medesima. Auguriamo alla GC Management di raggiungere gli obiettivi che essa si pone innanzi, auspicando un futuro florido.

Mettiamoci tutti al lavoro. Movimento Liberazione Calabria

In alto