Motori

Motorshow 2Mari, al taglio del nastro l’impegno del sindaco

motor show 2mari - taglio nastro

Motorshow 2Mari, al taglio del nastro l’impegno del sindaco: «Questa pista non dovrà morire».

Minardi rilancia: «Che onore essere qui! Avremo grandi soddisfazioni». Cannizzaro bacchetta la politica e Moscato promette: «È solo l’inizio». Poi l’esibizione della F1.

Questo bel sogno non finirà qui. Non deve finire qui e si lavorerà per far diventare il Motoshow 2Mari un appuntamento fisso a partire dal 2020. Non poteva esserci messaggio migliore per timbrare l’avvio ufficiale della più importante iniziativa motoristica nazionale nella splendida area portuale di Saline Ioniche. È così è stato. Nel tardo pomeriggio di oggi il sindaco di Montebello Ionico Ugo Suraci, l’ospite d’onore Giancarlo Minardi e il deputato Francesco Cannizzaro hanno inaugurato la manifestazione con il tradizionale rito del taglio del nastro. «Per me è un onore essere qui ed è stata una bellissima sorpresa vedere tutto questo fermento in un’area così importante, che sono sicuro darà grandi soddisfazioni in futuro». Con queste parole Giancarlo Minardi ha tributato amore sincero al Motorshow 2Mari aggiungendo: «Qui mi sono trovato benissimo e daremo il nostro contributo a questa grandissima terra per far crescere il Motorshow». Ha poi ribadito l’importanza di non disperdere l’attuale esperienza rendendo questa struttura (assieme ovviamente alla pista “Gilles Villeneuve”) una vera e propria scuola di formazione per la sicurezza stradale, rivolta in primis ai giovani, «che non vogliamo vedere morire sulle strade». L’intenzione di dare lunga vita al Motorshow 2Mari è stata ulteriormente ripresa dal presidente dell’iniziativa motoristica Vincenzo Moscato: «Il Motorshow 2Mari non si ferma più. Questo è solo l’inizio». Sicuramente la notizia più bella della prima giornata e di tutta la durata dell’evento. «Questa pista non possiamo farla morire», ha ulteriormente confermato il sindaco di Montebello Ionico Ugo Suraci. «Anche se non dipende tutto dal Comune, prendo l’impegno affinché possa restare così com’è per farla diventare una scuola di educazione stradale, come ha suggerito Giancarlo Minardi». «Un po’ mi vergogno perché la politica, sindaco di Montebello a parte – ha invece rilevato Francesco Cannizzaro – non ha dato supporto a questo evento e mi auguro che in futuro ci sia maggiore attenzione. Dal 10 giugno dobbiamo lavorare tutti insieme per una seconda edizione più scoppiettante di questa». All’inaugurazione motor show 2mari - pista 1sono anche intervenuti l’assessore alle Politiche sociali Luisa Nucera e, per la Città Metropolitana, Demetrio Marino. Entrambi sulla stessa lunghezza d’onda: «Questa iniziativa deve proseguire», ha sottolineato la Nucera mentre Marino ha lodato «il grande gioco di squadra a cui ho assistito».

Dopo il taglio del nastro e le dichiarazioni, per la prima volta nella storia della Calabria, si è esibita una monoposto di Formula 1. La Minardi PS04B ha sfrecciato sulla pista “Villeneuve” guidata dall’ingegnere Gabriele Tredozi.

In alto