Eventi

Millennium. Quello che non uccide

quello che non uccide

Al Cinema  Multisala Lumiere  è in programmazione il film

Millennium. Quello che non uccide

Genere:  Thriller              Anno:  2018            Durata:  117’

Regia:  Fede Alvarez

Cast:  Claire Foy, Sverrir Gudnason, Sylvia Hoeks, Lakeith Stanfield, Vicky Krieps, Claes Bang, Synnøve Macody Lund, Beau Gadsdon, Stephen Merchant, Cameron Britton

TRAMA

Il passato non passa mai per Lisbeth Salander (Claire Foy), orfana abusata, hacker virtuosa e vendicatrice implacabile. Assoldata da Frans Balder, scienziato informatico, per recuperare un programma di sua invenzione in grado di collassare le sicurezze nazionali e armare il mondo con un click, Lisbeth riesce nell’impresa ma diventa il bersaglio degli Spiders, un’organizzazione criminale che vuole mettere le mani sul ‘file’ e rapire August, figlio di Balder e chiave di accesso al programma. Tra esplosioni e inseguimenti, Lisbeth incrocia di nuovo la strada di Mikael Blomkvist (Sverrir Gudnason), giornalista d’inchiesta e direttore di Millennium, e quella di Camilla (Sylvia Hoeks), la sorella creduta morta e subentrata al padre e al vertice dell’organizzazione dopo la sua morte. Criminale efferata, che ha subito per sedici anni gli abusi del genitore, Camilla vuole rifarsi su Lisbeth, colpevole di averla abbandonata. Ma Lisbeth ha una versione diversa e una pagina da voltare.

Lisbeth Salander, figura di culto e personaggio principale dell’acclamata serie di libri Millennium creata dallo scrittore e giornalista svedese Stieg Larsson, torna sul grande schermo in Millennium – Quello che non uccide, il primo adattamento del recente bestseller mondiale scritto da David Lagercrantz. La trilogia originaria di Larsson “Uomini che odiano le donne”, “La ragazza che giocava col fuoco” e “La regina dei castelli di carta” hanno dato origine nel 2009 in Svezia ai film omonimi. Nel 2011 è uscito il remake basato sul primo romanzo Millennium – Uomini che odiano le donne, affidando a Daniel Craig il ruolo di Blomkvist e a Rooney Mara quello di Lisbeth Salander.

Un film tutto su e per Lisbeth Salander, nuova, diversa, meno spigolosa, ma sempre etero, gay e bisex, ben interpretata dalla vincitrice del Golden Globe, l‘inglese Claire Foy, protagonista della serie The Crown, al posto di Rooney Mara. Questo però non è incentrato sul suo talento come hacker, ma sulla sua dimensione umana.

Anche per il giornalista Blomkvist è cambiato l’interprete, non più Daniel Craig ma l’attore svedese di origine islandese Sverrir Gudnason, il Björn Borg di Borg McEnroe.

 Proiettato in Digitale 2D

la redazione

In alto