Politica

Il Ministro Amendola su priorità Governo e Sud

amendola vincenzo ministro

Dichiarazioni di Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei, intervistato dal giornalista Klaus Davi per i quotidiani Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud.

Made in Italy priorità per il Governo.

«La tutela del Made in Italy è un’assoluta priorità del governo». Il Ministro Amendola ha aggiunto: «Ma bisogna anche tenere conto di come si è evoluta la produzione delle nostre aziende fuori dai confini italiani. Io ho sempre usato una formula per descrivere questo fenomeno ed è quella del “made with Italy”: in soldoni, produrre con l’ingegno italiano. Le imprese italiane non sono solo caratterizzate dalla bravura e abilità nella produzione, dall’eccellenza della manifattura, dall’inventiva nell’ideare e lanciare prodotti. Siamo anche particolarmente dotati nel saperci insediare in contesti lontani dall’Italia e nel fare impresa lontano da casa. Non dimentichiamo mai che il nostro sistema Paese è connotato da un forte impulso verso le esportazioni che coinvolge la grande, la media cosi come la piccola impresa. Appare quindi evidente che il valore dell’italianità non si traduce solo in una pur eccezionale formula di produzione territoriale, ma è anche espressione di un sistema Paese che organizza e gestisce risorse in tutto il mondo. Per questo parlo di “made with Italy”.»

Dati Sud non sono negativi.

«Non sono d’accordo con chi parla di agricoltura del nostro Mezzogiorno in crisi. I dati sull’export agricolo prodotto al Sud ci dicono il contrario: questo significa che tutti gli investimenti che si stanno facendo e che si sono fatti, qualche risultato l’hanno prodotto. A mio avviso tra le priorità del Sud ci sono il potenziamento della scuola e la ricostruzione di una pubblica amministrazione efficiente ma tutto questo non può essere fatto senza investire molto sull’innovazione tecnologica che produce lavoro ed efficienza. Sono anche favorevole a spin off di grandi eventi come Eicma (il salone del motociclo) e la Fashion Week a Palermo piuttosto che Cosenza. Si va in quella direzione.»

Apple Center di Napoli può essere modello per tutto il Sud.

«Per rilanciare il Sud si può trarre qualche indicazione positiva da esperienze come quella dell’Apple Center a Napoli. Una realtà che ha preso vita grazie ai fondi europei, ma anche all’impegno di grandi multinazionali insieme alle istituzioni. Collocata, non a caso, nella periferia a sud del capoluogo campano, ha il pregio di offrire occupazione sul territorio in una terra difficile, contribuire a formare una nuova classe dirigente e creare un importante indotto “tecnologico”.»

Oliverio faccia passo indietro.

«Con il Presidente Mario Oliverio ci conosciamo da molti anni. Mi sento di dirgli che, proprio perché c’è questa situazione di incertezza e dato che lo ritengo una persona seria con una militanza antica e fondata su certi valori, sarebbe opportuno e auspicabile un passo indietro.»

In alto