Spettacolo

First Man – Il primo uomo

first man - il primo uomo

Al Cinema  Multisala Lumiere  è in programmazione il film

First Man – Il primo uomo

Genere:  Biografico, Drammatico              Anno:  2018            Durata:  138’

Regia:  Damien Chazelle

Cast:  Ryan Gosling, Claire Foy, Jon Bernthal, Pablo Schreiber, Jason Clarke, Kyle Chandler, Shea Whigham, Patrick Fugit, Corey Stoll, Lukas Haas, Cory Michael Smith, Brian d’Arcy James, Brady Smith

TRAMA

La storia della missione Apollo 11 della NASA durante la quale Neil Armstrong fu il primo uomo a mettere piede sulla Luna: era il 20 luglio del 1969. Il film si concentra sulla figura di Neil Armstrong e sugli anni tra il 1961 e il 1969. Resoconto viscerale in prima persona, basato sul libro di James R. Hansen, il film esplorerà i sacrifici e il costo che avrà per Armstrong e per l’intera nazione, una delle missioni più pericolose della storia.

Al Box Office Usa First Man – Il Primo Uomo ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 37,9 milioni di dollari e 16,5 milioni di dollari nel primo weekend. È stato presentato al Festival di Venezia 2018 come film d’apertura.

Il giovane regista Damien Chazelle, talento del cinema americano, anche se in forme diverse, dopo aver fatto la musica protagonista dei suoi primi tre film, ricordiamo il pluripremiato con 6 Oscar La La Land, con First Man ha deciso di guardare al cielo e raccontare una storia epica ma anche personale, adattando la biografia ufficiale di Armstrong, “First Man: The Life of Neil A. Armstrong”, scritta da James R. Hansen e pubblicata nel 2005, che ne racconta la vita in un arco di tempo che va dal 1962 (l’anno in cui la sua secondogenita, Karen, morì in seguito a un tumore) a quel 1969 che segnò un evento straordinario, “un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità,” per usare le parole dell’astronauta e il momento in cui la NASA, e quindi gli Stati Uniti, scavalcarono l’Unione Sovietica nella corsa allo spazio.

L’allunaggio del modulo lunare dell’Apollo 11, nel quale si trovavano Armstrong e Aldrin, fu seguito in diretta televisiva in tutto il mondo e a quella missione sono stati dedicati film e documentari, con varie polemiche da parte di coloro che credono alla Teoria del complotto lunare, secondo la quale nessuna delle missioni Apollo ha mai realmente portato gli astronauti sulla Luna e gli allunaggi sono stati creati in studio dalla NASA, con l’aiuto di effetti speciali e persone come Kubrik, per far credere all’URSS e al mondo intero di aver vinto la corsa spaziale.

Chazelle ci da spazi chiusi e claustrofobici in contrasto allo Spazio infinito e rende il gigantesco balzo per l’umanità anche il gigantesco superamento del più terribile tra i lutti.

Per il ruolo di Armstrong il regista ha scelto Ryan Gosling che già aveva diretto in La La Land.

 Proiettato in Digitale 2D

la redazione

In alto