Sport

Curiosità 28 giornata Campionato Calcio 2018 – 19

sturaro genoa juve

La ventottesima giornata si è svolta tra venerdì 15 e domenica 17 marzo, dopo il ritorno di Champions della Juventus, che è passata ai quarti, dove incontrerà l’Ajax, con una splendida vittoria sull’Atletico Madrid per 3 – 0, con tripletta di Ronaldo, e il ritorno degli ottavi di Europa League con il Napoli che ha perso per 1 – 3 contro il Salisburgo, passando però grazie al 3 – 0 dell’andata ai quarti, dove se la vedrà con l’Arsenal, e l’Inter che è stata eliminata avendo perso a San Siro con il Francoforte.

In settimana l’Empoli aveva esonerato l’allenatore, Iachini, richiamando Andreazzoli.

Nell’anticipo di venerdì sera il Cagliari ha sconfitto la Fiorentina con gol di Joao Pedro (52) e Ceppitelli (66), per i viola ha segnato Chiesa (88).

Sabato pomeriggio una Sampdoria corsara ha sconfitto pesantemente il Sassuolo in una partita con 8 reti, nell’ordine Defrel (15) e Quagliarella (36) per la Samp, Boga (38) per il Sassuolo, Linetty (39) e Praet (46) per i blucerchiati, Duncan (63) per i nero verdi, Gabbiadini (72) per la Samp e al 92’ ultimo gol di Babacar per i padroni di casa.

A seguire la Spal, in casa, ha battuto la Roma con gol di Fares (22) e Petagna su rigore (60), con pareggio intermedio di Perotti (53) sempre su rigore.

La sera il Bologna ha vinto a Torino contro il Toro che aveva aperto le marcature al minuto 6 grazie ad un’autorete del bolognese Pulgar. La squadra felsinea ha rimontato con i gol di Poli (29), Pulgar su rigore (34) e Orsolini (64). L’ultima rete è stata del granata Izzo (89).

Domenica, all’ora di pranzo, il Genoa, che aveva inflitto il primo pareggio alla Juventus, l’ha battuta con gol dell’ex Sturaro (72) e Pandev (81); sullo 0 – 0 il VAR ha annullato un gol di Dybala per fuorigioco; la Juve, forse deconcentrata mentalmente dopo la sfida di Champions, a perso nella prima partita in cui non ha segnato alcun gol.

Nel pomeriggio l’Atalanta, in casa, ha pareggiato in rimonta con il Chievo, i gol sono stati di Meggiorini (32) e Ilicic (55). L’Empoli ha vinto lo scontro diretto con il Frosinone con reti di Caputo su rigore (20) e Pajac (38), per i ciociari ha accorciato le distanze Valzania (70). La Lazio, all’Olimpico, ha vinto nettamente sul Parma con reti di Marusic (22), Luis Alberto su rigore (26) e su azione (38) e Lulic (44). Per la squadra ducale ha segnato il gol della bandiera Sprocati (77).

Alle 18 il Napoli ha sconfitto l’Udinese al San Paolo. Per i napoletani reti di Younes (17), Callejon (26), Milik (57) e Mertens (69). L’Udinese aveva pareggiato sul 2 – 2 con gol di Lasagna (30) e Fofana (36).

Nel posticipo serale il derby della Madonnina si è concluso con la vittoria dell’Inter, che ha ripreso a giocare di squadra e con grinta, non vinceva i due derby da 8 anni; il Milan ha tentato di rientrare in partita ma l’Inter, anche soffrendo, è riuscita a conservare la vittoria; le reti sono state di Vecino (3), De Vrij (51) e Lautaro Martinez, detto il Toro che non sta facendo rimpiangere Icardi e Spalletti nell’intervista post gara ha detto abbiamo trovato il nostro attaccante, su rigore al (67), per il Milan Bakayoko (57) e Musacchio (71). In panchina brutta litigata, stigmatizzata da Gattuso, tra Kessie, che appena sostituito si era tolto la maglia e aveva inveito, e Biglia che lo aveva ripreso.

Dopo la prima sconfitta della Juventus in campionato restano a zero solo le vittorie in casa del Frosinone, i pareggi fuori casa di Chievo ed Empoli e le sconfitte in casa della stessa Juve.

Questi i risultati della ventottesima giornata:

Torino Bologna 2 3
Atalanta Chievo 1 1
Cagliari Fiorentina 2 1
Empoli Frosinone 2 1
Milan Inter 2 3
Genoa Juventus 2 0
Lazio Parma 4 1
Spal Roma 2 1
Sassuolo Sampdoria 3 5
Napoli Udinese 4 2

In media inglese hanno punteggio positivo: Juve (19) e Napoli (2).

Per le città con due squadre giornata ottima per Genova con 6 punti, media per Milano e Roma con 3 e pessima per Torino con 0.

Nella ventottesima giornata si sono avuti 1 pareggio, 6 vittorie casalinghe e 3 vittorie esterne;

50 giocatori ammoniti e 2 espulsi, Lyanco (Bologna) all’88’ e Ola Aina (Torino) al 92’; è stato espulso anche l’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, all’89;

sono state segnate 42 reti, record stagionale, con 5 negli ultimi 15 minuti e recupero, di cui nessuna influente sul risultato finale;

5 rigori assegnati e segnati e 1 autorete.

La squadra che ha segnato più gol è la Juventus (59) e meno Chievo e Frosinone (21); la difesa più imbattuta è quella della Juve con 19 reti, la più perforata è quella del Chievo con 54.

La classifica marcatori vede al comando Quagliarella (Sampdoria) con 21 reti seguito a 19 da Ronaldo (Juventus) e Piatek (Milan/Genoa), a 17 Zapata (Atalanta), a 15 Milik (Napoli), a 13 Caputo (Empoli) e Immobile (Lazio), a 11 Petagna (Spal), a 10 Belotti (Torino) e Pavoletti (Cagliari), a 9 Icardi (Inter), El Shaarawy (Roma), Insigne (Napoli), Mertens (Napoli), Ilicic (Atalanta) e Gervinho (Parma), a 8 Mandzukic (Juventus) e Inglese (Parma), a 7 Benassi (Fiorentina), Ciano (Frosinone), Dzeko (Roma), De Paul (Udinese), Defrel (Sampdoria), Babacar (Sassuolo) e Kolarov (Roma), a 6 Higuain (Milan), Santander (Bologna), Gomez (Atalanta).

La classifica dopo la ventottesima giornata è:

punti

delta reti media inglese punti delta reti

media inglese

Juventus 75 40 19 Genoa 33 -8 -25
Napoli 60 29 2 Parma 33 -14 -23
Inter 53 19 -1 Sassuolo 32 -8 -26
Milan 51 17 -7 Cagliari 30 -15 -26
Roma 47 13 -7 Spal 26 -17 -30
Lazio  (*) 45 12 -10 Udinese  (*) 25 -16 -30
Atalanta 45 18 -11 Empoli 25 -18 -33
Torino 44 11 -12 Bologna 24 -17 -30
Sampdoria 42 11 -12 Frosinone 17 -32 -37
Fiorentina 37 8 -17 Chievo (-3) 11 -33 -42
(*) 1 partita in meno

La ventinovesima giornata si svolgerà tra venerdì 29 e domenica 31 marzo, dopo la sosta per le qualificazioni agli europei delle nazionali. Per le posizioni di vertice vedrà Inter – Lazio, Parma – Atalanta, Sampdoria – Milan, Roma – Napoli, Fiorentina – Torino. Il testa coda sarà Juventus – Empoli. Nelle zone basse Udinese – Genoa, Bologna – Sassuolo, Chievo Cagliari e Frosinone – Spal.

nella foto Sturaro (Genoa)

F.T.

In alto