Motori

Campionato F1. GP Ungheria qualifiche

f1 ungheria vettel

Domani, domenica 30 luglio, sul circuito dell’Hungaroring si correrà il Gran Premio di F1 di Ungheria, undicesima prova del campionato 2017.

Le due sessioni di prova del venerdì hanno visto davanti Ricciardo su Red Bull, seguito da Vettel ed Hamilton e poi Raikkonen, Bottas e Verstappen.

Nella sessione del sabato mattina Ricciardo ha potuto girare molto poco per problemi alla macchina mentre ha ottenuto ottimi tempi Vettel con una Ferrari molto migliore rispetto al venerdì.

La Pirelli per questa gara ha portato gomme super soft (rosse) e soft (gialle). Tutti i piloti hanno superato il Q2 con gomme rosse e quindi con quelle domani dovranno prendere la partenza del gran premio.

La Sauber, che ha un nuovo manager, Frederic Vasseur, francese ed ex Renault, ha disdetto il contratto di fornitura motori con la Honda, che doveva iniziare nel 2018, ed ha comunicato che continuerà con il Ferrari formando forse un team satellite per l’impiego di piloti del Ferrari Diver Academy, come l’italiano Giovinazzi e il monegasco Leclerc, che tanto bene sta facendo alla sua prima stagione di F2, è in testa al campionato con ampio margine di vantaggio sul secondo.

Oggi Alonso ha compiuto 36 anni festeggiando con delle belle qualifiche, anche grazie ad una McLaren Honda che finalmente non ha avuto guasti.

È ritornato a correre dopo più di 3 anni, chiamato direttamente per le qualifiche, il terzo pilota Williams Paul di Resta che ha dovuto sostituire Massa, vittima di un malore.

Hulkenberg partirà sulla griglia con 5 posizioni di penalità per sostituzione del cambio della sua Renault.

Nel Q1 sono stati eliminati, dall’ultima posizione, Ericsson, di Resta, Wehrlein, Stroll, Magnussen.

Kvyat sarà penalizzato in griglia di 3 posti per aver ostacolato Stroll nel Q1.

Nel Q2 sia Hamilton che Vettel scendono sotto il minuto e 17”, vecchio record 1’18”700.

Non superano il taglio del Q2: Grosjean, Perez, Kvyat, Ocon, Palmer.

Il Q3 viene dominato dalle Ferrari che conquistano la prima fila, con Vettel in pole, 48esima della carriera e seconda nell’anno, con il nuovo record della pista 1’16”276. Nel secondo tentativo registra un tempo peggiore di soli 2 millesimi.

La Ferrari, con la pole position 211, torna al primo posto della griglia del gran premio di Ungheria dopo dodici anni, ultimo era stato Michael Schumacher.

I primi dieci alla fine del Q3 sono: Vettel, Raikkonen, Bottas, Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Hulkenberg, Alonso, Vandoorne, Sainz.

Nel complesso male le Williams e le Force India e meglio del solito la McLaren.

Lunedì e martedì, successivi alla gara, si terranno test con le attuali monoposto e molte scuderie in una delle due giornate proveranno i giovani piloti rampanti nelle F2 ed F3. Per la Ferrari proverà Leclerc mentre sulla Renault ci sarà il tanto atteso rientro di Robert Kubica.

F.T.

In alto