Sport

Campionato F1. GP Gran Bretagna 2018 – qualifiche

hamilton-silverstone-2018

Domani, domenica 8 luglio, sul circuito di Silverstone si svolgerà il Gran Premio di F1 di Gran Bretagna, decima prova del campionato 2018.

Su questo circuito il 13 maggio 1950 si svolse la prima gara del Campionato Mondiale di Formula 1, vinta da Nino Farina su Alfa Romeo. Sempre a Silverstone, il 14 luglio 1951, dopo 14 successi consecutivi dell’Alfa Romeo, la Ferrari, guidata da Froilan Gonzales, ottenne la sua prima vittoria mentre nel 2014 nelle prove valide per lo schieramento di partenza ha riportato un altro primato, anche se questa volta negativo: piazzare le due vetture nella penultima fila, ossia al 19esimo e 20esimo posto.

Da 4 anni consecutivi, ossia nell’era ibrida, a Silverstone vince solo Hamilton con la Mercedes.

Questa è l’ultima gara del trittico di inizio estate ed anche ultima delle 3 gare con battistrada degli pneumatici ribassato di 0,4 millimetri, per evitare i fenomeni di blistering. Le altre sono state i gran premi di Spagna e Francia, con due vittorie Mercedes – Hamilton.

La Pirelli ha portato gomme soft (Gialle), medie (Bianche) e hard (dure, Celeste). Tra G e B circa 7 decimi di differenza e tra B – C poco meno di 1 secondo. La gara dovrebbe avere un solo cambio gomme.

Sulla Mercedes di Bottas, dopo il guasto in Austria, è stata montata la terza power unit.

La McLaren si è presentata con un nuovo direttore sportivo: licenziato Eric Boullier e promosso Gil de Ferran, al cui posto è andato l’ingegnere di pista di Alonso, Andrea Stella, ex Ferrari da cui andò via con il pilota spagnolo.

Nella prima sessione di libere del venerdì mattina il miglior tempo è stato più basso di 1,5 secondi rispetto all’analogo del 2017. I migliori tempi li ha ottenuti la Mercedes. Grosejan per compiere la curva 1 con Dsr aperto ha perso l’auto nel posteriore e sbattuto contro le barriere. Grossi danni e prove del venerdì finite per la sua Haas.

Nelle seconde libere temperatura più elevata (53°C sull’asfalto) e miglior tempo sia in assetto da qualifica che da gara, sia con gomme gialle che bianche, per la Ferrari di Vettel. Ad inizio sessione Verstappen sbatte contro le barriere danneggiando la Red Bull e per lui prove del venerdì finite.

Nelle prove libere di questa mattina primo Hamilton con Raikkonen a 93 millesimi. Vettel non completa le prove per un forte dolore al collo. Hartley su Toro Rosso sbatte contro le barriere per il cedimento di una sospensione e per lui niente qualifiche.

Qualifiche con temperatura asfalto superiore ai 50 gradi.

Nel Q1 Raikkonen e le due Mercedes girano con gomma bianca. Stroll, su Williams, dopo 4 minuti si blocca nella ghiaia provocando bandiera rossa. Alla ripresa delle prove va fuori pista, nel settore 3, Sirotkin, sull’altra Williams, che riesce a rientrare ai box, provocando solo bandiera gialla. Miglior tempo per Vettel. Fuori Hartley, Stroll, Sirotkin, Vandoorne, Sainz.

Nel Q2 girano tutti con gomme gialle. Fuori Ericsson, Gasly, Alonso, Perez, Hulkenberg.

5 motori Ferrari nei primi dieci con le due Haas e la Sauber Alfa Romeo di Leclerc.

Nel primo tentativo del Q3 miglior tempo di Vettel che precede Hamilton di 57 millesimi. Nel secondo tentativo Hamilton riconquista il record in prova della pista con 1’25”892 millesimi, con Vettel a 44 millesimi. Migliora anche Raikkonen che scavalca Bottas. I primi 3 sono gli unici scesi sotto il muro del minuto e 26 secondi. Per Hamilton è la quarta pole stagionale, la quarta consecutiva e sesta totale a Silverstone. Questa pole è molto merito del pilota.

I primi dieci sono stati Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas, Verstappen, Ricciardo, Magnussen, Grosejan, Leclerc, Ocon.

La Ferrari si è dimostrata la macchina più veloce in rettilineo e stabile in curva e quindi speriamo in una gara calda. Soprattutto come temperatura asfalto. In modo da interrompere la sequenza delle vittorie di Hamilton e della sua Mercedes

F.T.

In alto