Sport

Campionato F1. GP Gran Bretagna 16 luglio 2017

hamilton f1 silverstone

Oggi, domenica 16 luglio, sul circuito di Silverstone si è svolto il Gran Premio di F1 di Gran Bretagna, decima prova e giro di boa del campionato 2017.

Pista favorevole alla Mercedes, così come confermato dalle prove e qualifica.

Nel giro di formazione Palmer ha problemi alla Renault e si deve fermare in pista causando altro giro di formazione e gara ridotta a 51 giri. Alla partenza Vettel ha i freni surriscaldati e parte meno bene ed anche a seguito di rallentamento involontariamente causato da Raikkonen perde la terza posizione nei confronti di un arrembante Verstappen. Buona partenza del pilota Red Bull e di Bottas ed Ocon. Sainz fermo in pista con la macchina danneggiata e costretto al ritiro dopo essere stato urtato da Kvyat, che viene penalizzato con un drive trough (passaggio dalla corsia box). Esce la safety car che rientrerà al quinto giro.

Ripartenza regolare. Ricciardo, che aveva recuperato varie posizioni, ritorna ultimo per un fuori pista a causa di un sorpasso non riuscito. Vettel tenta inutilmente di superare Verstappen, si ostacolano vicendevolmente costringendosi a passaggi sull’erba, e quindi al giro 19 si ferma ai box e passa alle gomme gialle (soft). Lo stesso fa Verstappen al giro successivo ma esce dai box dietro al ferrarista.

Rispettivamente ai giri 25 e 26 cambio gomme per Raikkonen ed Hamilton (entrambi G). al giro 33 Bottas effettua il pit stop e passa su gomme ultra soft (R), essendo partite sulle gialle e dovendo i piloti usare obbligatoriamente due tipi di mescole differenti. Al giro 34 si ritira Alonso per problemi al motore Honda.

Bottas recupera continuamente su Vettel che cerca di resistere ma viene superato al quarantaquattresimo giro, e quindi si getta all’inseguimento di Raikkonen che riesce a conservare un buon vantaggio, perdendo pochi decimi a giro.

Al giro 49 Raikkonen e Verstappen sono costretti ad un ulteriore cambio gomme per l’anteriore sinistra delaminata causa blistering (formazioni di bolle sulla superficie della gomma). Vettel diviene terzo ma al cinquantesimo giro, per lo stesso motivo, sulla sua Ferrari si fora l’anteriore sinistra. Costretto a percorrere lentamente più di metà giro per rientrare ai box perdendo così la terza posizione e terminando settimo. Raikkonen dopo un’ottima gara sempre in seconda posizione termina terzo.

Hamilton dopo le qualifiche domina la gara, condotta in testa dalla partenza al traguardo, ed effettua il giro veloce in 1’30”621. Vince la quarta gara stagionale e per la quinta volta il gran premio di Gran Bretagna, come Clark e Prost.

Ottima gara delle Mercedes che ottengono la seconda doppietta stagionale grazie anche al secondo posto di Bottas, partito nono, ed autore di una gara, contemporaneamente, attenta e veloce. Gara regolare per la Renault di Hulkenberg, per le due Force India, con Ocon davanti a Perez, e per Massa che conquista un punto per la Williams, dopo una qualifica pessima. Disastrosa per le Toro Rosso per responsabilità di Kvyat.

Gara emozionante per la lotta tra Vettel e Verstappen, per i sorpassi di Ricciardo, partito diciannovesimo e giunto quinto, e per i colpi di scena a causa delle gomme negli ultimi due giri.

Nelle classiche piloti e costruttori Vettel resta con un solo punto di vantaggio su Hamilton e la Mercedes allunga, avendo ora 55 punti di vantaggio.

Se la Mercedes ha risolto i problemi di messa a punta della macchina a passo lungo e visto che la Ferrari non vince da 4 gare il mondiale potrebbe aver preso una svolta definitiva. Sarà importante il risultato del gran premio di Ungheria su un circuito sulla carta favorevole alla Ferrari.

Tre piloti ritirati e 17 al traguardo:

1) Hamilton Mercedes 25
2) Bottas Mercedes 18
3) Raikkonen Ferrari 15
4) Verstappen Red Bull (Renault) 12
5) Ricciardo Red Bull (Renault) 10
6) Hulkenberg Renault 8
7) Vettel Ferrari 6
8) Ocon Force India (Mercedes) 4
9) Perez Force India (Mercedes) 2
10) Massa Williams (Mercedes) 1
11) Vandoorne McLaren (Honda)  
12) Magnussen Haas (Ferrari)  
13) Grosejan Haas (Ferrari)  
14) Ericsson Sauber (Ferrari 2016)  
15) Kvyat Toro Rosso (Renault)  
16) Stroll Williams (Mercedes)  
17) Wehrlein Sauber (Ferrari 2016)  

Tra parentesi il Costruttore dell’unità motrice.

Le classifiche piloti e team dopo la decima gara ed a metà campionato sono:

Classifica Piloti
1) Vettel 177 12) Stroll 18
2) Hamilton 176 13) Grosejan 18
3) Bottas 154 14) Magnussen 11
4) Ricciardo 117 15) Wehrlein 5
5) Raikkonen 98 16) Kvyat 4
6) Verstappen 57 17) Alonso 2
7) Perez 52 18) Palmer 0
8) Ocon 43 19) Ericsson 0
9) Sainz 29 20) Vandoorne 0
10) Hulkenberg 26 21) Giovinazzi 0
11) Massa 23 22) Button 0
 
Classifica Team
1) Mercedes 330 6) Toro Rosso 33
2) Ferrari 275 7) Haas 29
3) Red Bull 174 8) Renault 26
4) Force India 95 9) Sauber 5
5) Williams 41 10) McLaren 2

Prossima gara il 30 luglio all’Hungaroring per il Gran Premio di Ungheria.

F.T.

In alto