Sport

Campionato F1. GP Germania 22 luglio 2018

Vettel-Hockenheim-2018

Dopo un anno di assenza oggi, 22 luglio, sul circuito di Hockenheim si è svolto nuovamente il Gran Premio di F1 di Germania, undicesima prova del campionato 2018.

700esimo gran premio per la Williams e John Helkan diviene presidente della Ferrari.

Hamilton parte dalla 14esima posizione con gomme soft (Gialle) e Ricciardo dalla 19esima con gomme medie (Bianche). Per effettuare il pit stop occorrono 19 – 20 secondi.

Partenza regolare con Verstappen che insidia per 2 curve Raikkonen che resiste e mantiene la terza posizione. al giro 5 Hamilton è decimo, a punti, e Ricciardo diciassettesimo.

Al giro 14 Hamilton è quinto e al giro successivo pit stop per Raikkonen che passa alle gomme gialle e rientra in pista davanti ad Hamilton. Ricciardo entra in zona punti (decimo) al giro 20.

Al giro 26 pit per Vettel (gomme soft) e rientra quarto, tra Raikkonen e Hamilton.

Al giro 29 pitta Bottas (Gialle), si ferma in pista, ritirandosi, Ricciardo per problemi al motore. Ritiro per Sirotkin. Giro 30 pitta Verstappen (Gialle) rientrando dietro Bottas.

Giro 39 Raikkonen lascia passare Vettel, che torna in testa alla gara. Al giro 43 pit stop per Hamilton che monta le gomme ultrasoft (viola) e rientra quinto.

Al giro 44 inizia a piovere al tornantino. Al giro successivo Leclerc monta le gomme da pioggia intermedie (verdi), imitato da altri piloti tra cui Verstappen, al giro 47.

Smette di piovere e Leclerc passa alle gomme viola al giro 48 ed idem Verstappen al successivo. Riprende a piovere in altre parti del circuito e tutti i piloti rallentano ad eccezione di Hamilton.

Al giro 51 Bottas supera Raikkonen, andato lungo perché ostacolato da una Haas in fase di doppiaggio. Al giro 52 Vettel compie un errore in frenata alla curva 13, va lungo e sbatte contro le barriere. Piccolo errore con conseguenze disastrose per il mondiale. Bottas pitta passando alle gomme viola mentre esce la Safety Car e si ritrova dietro ad Hamilton. Pitta anche Raikkonen (Viola) e rientra terzo. Si ritira Stroll. La Safety Car rientra al giro 58. 10” di penalità a Sainz per aver superato una macchina in regime di Safety Car.

Nel giro di ripartenza Bottas tenta di superare Hamilton che resiste ma poi viene bloccato dal team che congela le posizioni. Raikkonen non riesce a portarsi a meno di 1 secondo da Bottas e mantiene la terza posizione. negli ultimi due giri riprende a piovere, con la pioggia che diviene temporale al termine della gara. Negli ultimi giri Hamilton, autore di una super gara, segna varie volte il giro veloce.

Hamilton ottiene la quarta vittoria stagionale, 66 in carriera e quarta in Germania come Michael Schumacher. Ora ha più 17 punti su Vettel e la Mercedes 8 di vantaggio sulla Ferrari. Una gara che sembrava in completo controllo da parte delle Rosse con incremento del vantaggio si è tramutata in una disfatta, sperando che non incida sul morale e sulle prestazioni future. Occorre ora una vittoria a Budapest la prossima domenica.

Al termine dei 67 giri 4 piloti ritirati e 16 al traguardo:

1) Hamilton Mercedes 25
2) Bottas Mercedes 18
3) Raikkonen Ferrari 15
4) Verstappen Red Bull (Renault) 12
5) Hulkenberg Renault 10
6) Perez Force India (Mercedes) 8
7) Grosjean Haas (Ferrari) 6
8) Ocon Force India (Mercedes) 4
9) Ericsson Sauber Alfa Romeo (Ferrari) 2
10) Hartley Toro Rosso (Honda) 1
11) Magnussen Haas (Ferrari)  
12) Sainz Renault  
13) Vandoorne McLaren (Renault)  
14) Gasly Toro Rosso (Honda)  
15) Leclerc Sauber Alfa Romeo (Ferrari)  
16) Alonso McLaren (Renault)  

Tra parentesi il Costruttore dell’unità motrice.

Le classifiche piloti e team dopo la decima gara sono:

Classifica Piloti

1) Hamilton 188 11) Ocon 29
2) Vettel 171 12) Sainz 28
3) Raikkonen 131 13) Grosjean 18
4) Bottas 122 14) Gasly 18
5) Ricciardo 106 15) Leclerc 13
6) Verstappen 105 16) Vandoorne 8
7) Hulkenberg 52 17) Ericsoon 5
8) Alonso 40 18) Stroll 4
9) Magnussen 39 19) Hartley 2
10) Perez 32 20) Sirotkin 0

Classifica Team

1) Mercedes 310 6) Haas (Ferrari) 57
2) Ferrari 302 7) McLaren (Renault) 48
3) Red Bull (Renault) 211 8) Toro Rosso (Honda) 20
4) Renault 80 9) Sauber Alfa Romeo (Ferrari) 18
5) Force India (Mercedes) 61 10) Williams (Mercedes) 4

Prossima gara il 29 luglio in Ungheria.

F.T.

In alto