Sport

Campionato F1. GP di Abu Dhabi 2018 – Qualifiche

hamilton abu dhabi 2018

Il Gran Premio di Abu Dhabi, valido per il Mondiale Formula 1 dal 2009, si è svolto sempre sul circuito progettato dall’architetto tedesco Hermann Tilke sull’isola artificiale di Yas Island e si snoda tra parchi a tema e hotel extralusso.

La partenza della gara viene data alle ore 17.00 locali per consentire un migliore orario di visione televisiva al pubblico europeo, perciò la gara inizia col sole al tramonto e termina col buio.

Tranne che dal 2011 al 2013 è sempre stato l’ultimo gran premio della stagione e pertanto spesso decisivo per l’assegnazione del titolo piloti. Nel 2014, tra polemiche, Ecclestone fece assegnare punti doppi rispetto alle altre gare, per fortuna questo punteggio anomalo non fu utile per l’assegnazione dei titoli piloti e scuderie. I titoli assegnati ad Abu Dhabi sono stati:

2010 – Vettel (Red Bull) prevale su Alonso (Ferrari) e Webber (Red Bull);

2014 – Hamilton su Rosberg, entrambi su Mercedes;

2016 – Rosberg su Hamilton, entrambi su Mercedes;

Quest’anno con i due titoli già assegnati si corre solo per le posizioni retrostanti. Nel mondiale piloti è da assegnare il terzo gradino del podio per cui lottano Raikkonen, favorito, Bottas e Verstappen. Nel mondiale costruttori vi è ancora lotta tra Racing Point Force India, Sauber Alfa Romeo e Toro Rosso per le posizioni da settima a nona ed il relativo consistente premio in denaro.

Ultimo gran premio di F1, almeno per ora, per Fernando Alonso, che il prossimo anno correrà in Cart e a Indianapolis con una McLaren, e per la seconda volta per Raikkonen alla Ferrari, dal prossimo anno guiderà una Sauber.

L’albo doro delle vittorie delle 9 edizioni disputate è:

Piloti:              3 Vettel e Hamilton              1 Raikkonen, Bottas e Rosberg

Scuderie:         4 Mercedes                 3 Red Bull                  1 McLaren e Lotus

Motori:           5 Mercedes     4 Renault

È l’unico circuito del mondiale dove non ha mai vinto la Ferrari.

Giovedì la Williams ha comunicato che il sedile ancora libero sarà preso da Robert Kubica.

La Pirelli ha portato le gomme hypersoft (rosa), ultrasoft (viola) e supersoft (rosse).

Le due sessioni di prove libere di ieri, venerdì 23 novembre, hanno visto la mattina davanti a tutti Verstappen e Ricciardo con dietro le Mercedes. Nella seconda in assetto da qualifica primo Bottas seguito dagli altri cinque, con sesto Vettel, ma tutti racchiusi in 3 decimi.

Nelle libere di questa mattina meglio di tutti la Mercedes di Hamilton seguito da Raikkonen Vettel, Bottas, Ricciardo e Verstappen.

Nelle Q1 miglior tempo per Vettel seguito dalle Mercedes. Fuori Stroll, Sirotkin, Vandoorne, Gasly, Hartley.

Nel Q2 Mercedes, Ferrari, Red Bull e Force India girano con gomme ultrasoft. Miglior tempo per Hamilton con Verstappen costretto per qualificarsi ad un secondo tentativo con gomme hypersoft. Leclerc segna il quinto tempo con migliori parziali nel primo e secondo settore. Fuori Alonso, Perez, Magnussen, Ericsoon, Sainz.

Nel Q3 al primo tentativo miglior tempo di Hamilton che precede Vettel di 57 millesimi. Nel secondo migliorano i due piloti Mercedes e Vettel ma le macchine tedesche sono le uniche a scendere sotto l’1.35 e conquistano la prima fila.

Nei 100 gran premi dell’era turbo ibrida la Mercedes ha conquistato 84 pole e 51 volte l’intera prima fila.

Pole 11 stagionale di Hamilton e 83esima in carriera con il nuovo record della pista in 1’34”794.

I primi dieci del Q3 sono Hamilton, Bottas, Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Verstappen, Grosjean, Leclerc, Ocon, Hulkenberg.

Da quando c’è la power unit su questo circuito la prima fila è stata sempre tutta Mercedes.

La Ferrari perde rispetto alla Mercedes nel terzo ed ultimo settore dove Hamilton ha distanziato Vettel di mezzo secondo rispetto ad un distacco finale di 331 millesimi.

F.T.

nella foto Hamilton su Mercedes

In alto