Sport

Campionato F1. GP del Brasile 2018 – Qualifiche

hamilton pole giappone 2018

Il Gran Premio del Brasile è valido per il Mondiale Formula 1 dal 1973 e si è svolto quasi sempre sul circuito paulista di Interlagos tranne 10 volte, anni 1978 e 1981 – 1989, in cui ha avuto luogo sul circuito di Jacarepaguà, presso Rio de Janeiro.

Dal 2004 era in genere l’ultima corsa del campionato e pertanto spesso è stata decisiva per l’assegnazione del titolo piloti. I titoli assegnati in Brasile sono stati:

2005 – terzultimo GP della stagione, Alonso su Renault prevale su Raikkonen (Mc Laren);

2006 – Alonso, su Renault, vince il secondo titolo, prevalendo su M. Schumacher (Ferrari);

2007 – Raikkonen su Ferrari, vincendo la gara, prevale di 1 punto su Alonso ed Hamilton (entrambi su Mc Laren);

2008 – Hamilton su Mc Laren, giungendo quinto batte di 1 punto Massa (Ferrari), che vince il GP;

2009 – penultimo GP dell’anno, Button su Brawn GP, con il quinto posto all’arrivo vince il mondiale e prevale su Vettel (Red Bull) e Barrichello (Brawn GP);

2012 – Vettel su Red Bull, giungendo quinto distacca Alonso (Ferrari), giunto secondo al traguardo.

Per le posizioni nel mondiale piloti si corre solo per il terzo posto del podio, Raikkonen, Bottas e Verstappen.

Nel mondiale costruttori la Ferrari ha ancora la possibilità matematica, anche se molto difficile, di superare la Mercedes e vincere il titolo. Al terzo posto è matematica la Red Bull. È ancora accesa la lotta tra Renault e Haas per il quarto posto. Interessante anche la lotta tra Sauber Alfa Romeo e Toro Rosso.

L’albo doro delle 43 edizioni disputate del G.P. del Brasile per le vittorie è:

Piloti:                6 A. Prost                4 M. Schumacher                 3 C. Reutemann

Scuderie:         12 Mc Laren              11 Ferrari                               6 Williams

Motori:           11 Ferrari                   10 Renault        8 Ford – Cosworth e Mercedes

Tra i piloti in attività hanno vinto il gran premio: Vettel 3 volte, Massa 2, Hamilton e Raikkonen 1.

La Pirelli ha portato gomme medie (Bianca), Soft (Gialla) e super soft (Rossa).

Ricciardo sarà penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito la sesta turbina, danneggiato con gli schiumogeni dai commissari del gran premio del Messico, all’atto del ritiro.

Le prime prove del venerdì hanno visto Verstappen, Vettel ed Hamilton vicinissimi tra loro. Dietro i tre top team vi erano le Haas e poi Leclerc. Nel secondo turno di prove le due Mercedes, primo Bottas, e Vettel erano racchiusi in 73 millesimi.

Nel terzo turno, del sabato mattina miglior tempo per Vettel, primo pilota a scendere sotto il tempo di 1’8”. Poi le Mercedes, Raikkonen, le Red Bull e le Haas. Decimo Leclerc.

Nelle qualifiche nel Q1 leggera pioggia in curva 12. Fuori Vandoorne, Stroll, Alonso, Hartley, Sainz..

Nel Q2 entrambe le Ferrari dopo giro lento con gomme supersoft passano alle soft. Vettel viene fermato alla pesa mentre va al pit, urta un birillo e sollecita i commissari, che lo deferiscono a quelli sportivi per non aver spento il motore e per danni. Se dovesse subire penalizzazioni in griglia sarebbe assolutamente ridicolo.

Hamilton nel giro lento danneggia il giro veloce di Raikkonen e poi rischia un gravissimo incidente con Sirotkin, costretto ad andare fuori pista per evitare l’urto. Nessuna penalizzazione da parte dei commissari. Si continua ad usare due pesi e due misure! Leclerc non ascolta il proprio ingegnere, non rientra ai box e con una pioggia più consistente fa un ultimo giro conquistando l’ottavo tempo e la Q3. Vettel con gomme meno performanti secondo tempo dietro Bottas. Bene le Sauber Alfa Romeo entrambe nel Q3.

Eliminati Sirotkin, Hulkenberg, Ocon, Perez, Magnussen.

Nel Q3 nel primo tentativo miglior tempo di Hamilton con Vettel a 73 millesimi. Nel secondo tentativo si migliora solo Hamilton di 20 millesimi abbassando ulteriormente il record della pista a 1’.72.281 e conquistando la decima pole stagionale. Centesima pole per la Mercedes.

I primi 10 sono: Hamilton, Vettel, Bottas, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo (che partirà undicesimo), Ericsoon, Leclerc, Grosjean, Gasly.

F.T.

nella foto Hamilton su Mercedes

In alto