Motori

Campionato F1. GP Bahrain 2016 – prove e qualifiche

hamilton mercedes f1 2016

In Bahrain, sul circuito di Sakhir, si è svolta la seconda gara del mondiale 2016 della Formula 1 e prima in notturna dell’anno.

Alonso non ha partecipato alle prove e quindi non correrà il gran premio, per disposizione dei medici della FIA a causa dei postumi dell’incidente dell’Australia, ed è stato sostituito dal terzo pilota della McLaren, l’esordiente Vandoorne.

Le prove libere del venerdì sono state dominate da Rosberg. Dopo le due Mercedes vi è stato un sorprendente Button su McLaren-Honda e Verstappen. A seguire Raikkonen e Vettel, a più di un secondo e mezzo dal miglior tempo e fermatosi in pista a circa 20 minuti dalla fine delle prove per lo svitamento del dado di una ruota posteriore. Nei tempi di simulazione gara, però, le Ferrari sono state molto vicine alle Mercedes.

La pista sporca di sabbia, a causa del vento e della pioggia, ha portato ad un veloce degrado di tutti i tipi di gomme.

Il sabato nelle prove libere Vettel e Raikkonen hanno effettuato i migliori tempi davanti alla Mercedes.

Nella sessione di qualificazione, svolta con lo stesso format della gara precedente nonostante l’opposizione dei piloti e dei team e l’insoddisfazione delle televisioni, nel Q1 sono stati eliminati, nell’ordine dal fondo della griglia, i piloti: Nasr, Haryanto, Palmer, Magnussen, Perez, Ericsson, Wehrlein.

Nel Q2: Kvyat, Button, Gutierrez, Vandoorne, Sainz, Verstappen, Grosejan.

Nel Q3 Hamilton ha ottenuto la pole position, seconda consecutiva, battendo anche il primato della pista che resisteva da ben 11 anni, epoca motori V10 aspirati. Le prime 8 posizioni in griglia sono: Hamilton, Rosberg, Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Massa, Hulkenberg.

Magnussen partirà dalla pit-lane per essere entrato in pista con il semaforo rosso durante le prove libere.

In qualifica la Mercedes, che ha conquistato la seconda prima fila su due gran premi, è ancora decisamente superiore alla Ferrari. Buona prova della Haas con Grosjean, nono sulla griglia di partenza, e deludente la Renault, entrambe le auto eliminate nel Q1.

Ottimo esordio di Vandoorne che senza aver mai provato la macchina, prima di questo week-end, si è qualificato davanti al suo compagno di squadra Button, campione del mondo nel 2009 con la Brawn.

F.T.

In alto