Sport

Campionato F1. GP Bahrain 16 aprile 2017

f1 vettel bahrain 2017

In Bahrain, sul circuito di Sakhir, si è svolta la terza gara del mondiale 2017 della Formula 1 e prima in notturna dell’anno.

Durante il weekend Alonso ha comunicato che il 28 maggio correrà la 500 miglia di Indianapolis, con il team Andretti ma con macchina McLaren e motorizzazione Honda, ed essendo coincidente con il gran premio di F1 di Montecarlo sarà sostituito da Jenson Button. La Sauber ha reso noto che nel 2018 correrà come Honda – Sauber ed ovviamente sarà motorizzata dalla Honda.

Per ora l’Honda continua a deludere e Vandoorne non prende neppure il via del gran premio del Bahrain per problemi all’unità motrice.

Giri da percorrere 57 e partenza regolare con Vettel che intelligentemente alla prima staccata si porta sul lato esterno ma gommato e supera Hamilton, portandosi in seconda posizione e ponendo le basi per la strategia futura. Ottima partenza anche di Verstappen che si porta in quarta posizione mentre Raikkonen parte male e viene scavalcato anche da Massa finendo al settimo posto.

Al giro 9 si ritira Magnussen. Al giro 11 Vettel anticipa fortemente il cambio gomme e ritorna in pista dodicesimo, nuovamente con gomme ultrasoft (Rosse), ed inizia ad inanellare giri veloci. Al giro 12 stessa strategia per Verstappen, che però dopo pochi metri finisce a muro per cedimento dei freni, ed al 13 per Raikkonen, con perdita di tempo per difficoltà nella sostituzione di una gomma anteriore. Nello stesso giro Sainz, uscendo dalla pit lane, alla prima curva sperona l’incolpevole Stroll che si ferma in pista e deve entrare la Safety Car. Ritiro di Sainz e cambio gomme per tutti con Hamilton e Ricciardo che montano gomme soft (Gialle). Hamilton per perdere meno tempo al pit stop, essendo in coda a Bottas, rallenta Ricciardo in pit lane e riceve 5 secondi di penalizzazione dalla direzione gara da scontare al pit successivo. Massa risupera Raikkonen. Per fortuna questa volta la safety car non danneggia eccessivamente Vettel che passa in testa alla gara seguito da Bottas, Ricciardo, Hamilton, Massa, Raikkonen. La safety car si ritira al giro 17 e Vettel resiste ad un attacco di Bottas, con gomme fresche e più performanti, mentre Hamilton supera Ricciardo.

Giro 31 pit di Bottas che passa alle gomme soft ed al 33 Vettel, anche lui passa a gomma gialla, tornando in pista terzo dietro Hamilton e Raikkonen. Giro 38 pit per Raikkonen (G) e al 40 Ricciardo (R). al 41 pit di Hamiton che sconta i 5” di penalità e passa a gomme G e rientra in pista a 19” da Vettel, primo. Hamilton tenterà di raggiungere Vettel ma non arriverà più vicino di 6”, con cui terminerà la gara.

Al giro 52 ritiro di Ericson ed al 56 di Alonso per problemi al motore.

Giro veloce in gara di Hamilton nel corso del tentativo di rimonta.

Si sono visti bei sorpassi sia per le prime posizioni che per quelle dopo il decimo posto e quasi mai per merito del DRS. Pessime McLaren – Honda, soprattutto per il motore, e Sauber. Red Bull lontana dalle Mercedes e Ferrari, con quest’ultima con un passo gara migliore. Ottima gara di Vettel, ben coadiuvato da una strategia aggressiva del team, e buona da parte di Raikkonen e Massa.

Vettel raggiunge la sua 44esima vittoria e seconda della stagione e la Mercedes ed Hamilton iniziano ad aver paura della sua Ferrari, infatti hanno impartito a Bottas, per ben due volte, l’ordine di farsi superare da Hamilton. A fine corsa la direzione gara ha comunicato che Sainz nella prossima gara, in Russia, il 30 aprile dovrà scontare 3 posizioni di penalizzazione in griglia per lo speronamento a Stroll, gli sono stati tolti anche 3 punti sulla patente F1 e 2 sono stati tolti ad Hamilton per la scorrettezza in pit lane.

Classifica al traguardo dei 57 giri:

  1. Vettel                           Ferrari                                       punti 25
  2. Hamilton                    Mercedes                                              18
  3. Bottas                          Mercedes                                              15
  4. Raikkonen                  Ferrari                                                  12
  5. Ricciardo                    Red Bull (Renault)                             10
  6. Massa                          Williams (Mercedes)                           8
  7. Perez                           Force India (Mercedes)                       6
  8. Grosjean                     Haas (Ferrari)                                      4
  9. Hulkenberg               Renault                                                   2
  10. Ocon                           Force India (Mercedes)                       1
  11. Wehrlein                    Sauber (Ferrari 2016)
  12. Kvyat                          Toro Rosso (Renault)
  13. Palmer                        Renault

Le classifiche piloti e team dopo la terza gara sono:

Classifica Piloti
1) Vettel 68 12) Ocon 3
2) Hamlton 61 13) Kvyat 2
3) Bottas 38 14) Hulkenberg 2
4) Raikkonen 34 15) Giovinazzi 0
5) Verstappen 25 16) Vandoorne 0
6) Ricciardo 22 17) Palmer 0
7) Massa 16 18) Ericsson 0
8) Perez 14 19) Alonso 0
9) Sainz 10 20) Stroll 0
10) Magnussen 4 21) Wehrlein  
11) Grosjean 4      
 
Classifica Team
1) Ferrari 102 6) Toro Rosso 12
2) Mercede 99 7) Haas 8
3) Red Bull 47 8) Renault 2
4) Force India 17 9) Sauber 0
5) Williams 16 10) McLaren 0

F.T.

In alto