Motori

Campionato F1. GP Austria 9 luglio 2017

valtteri-bottas-mercedes-f1-austria

Sul circuito Red Bull Ring di Spielberg si è svolto il Gran Premio di Formula 1 d’Austria, nona prova del campionato 2017.

Il gran premio si disputa su questo circuito dal 1997 con interruzione dal 2004 al 2013. Vi hanno vinto 3 volte la Ferrari (2 Michael Schumacher e 1 Eddie Irvine), la McLaren – Mercedes (2 Hakkinen ed 1 Coulthard) e la Mercedes (2 Rosberg ed 1 Hamilton, nel 2016) ed 1 volta la Williams – Renault (con Jacques Villeneuve).

Gara di 71 giri, essendo questo il circuito più corto del mondiale, con Wehrlein che parte dalla pit lane e Massa che parte con gomme soft (gialle) per fare una prima parte di gara molto lunga.

Splendida partenza di Bottas, dalla pole, che brucia lo spegnimento dei semafori e prende nettamente la testa seguito da Vettel e Ricciardo. Brutta partenza di Verstappen, cui slitta la frizione, e Kvyat che tampona Alonso ed urta Verstappen, costretti al ritiro al secondo giro. Kvyat viene penalizzato con un drive through.

Al giro 30 si ritira Magnussen per problemi al cambio.

Al giro 32 Hamilton, partito con gomma rossa, anticipa il pit stop e passa alle gomme ultra soft (viola). Al giro 34 Ricciardo passa alla gomma super soft (rossa), come Vettel al giro 35, Bottas al 42 e Raikkonen, nel frattempo scavalcato da Hamilton, al giro 44.

Tutti nonostante i problemi di blistering alle gomme posteriori andranno sino alla fine della gara.

Al giro 45 drive through per Vandoorne per aver ostacolato Raikkonen in fase di doppiaggio. Al giro successivo si ritira Sainz mentre Massa passa alle gomme viola al giro 48.

Ultimi 15 giri emozionanti con i primi 4 piloti che, nonostante le gomme non perfette, abbassano in successione il primato della pista sul giro in gara perché Vettel tenta di raggiungere Bottas per la vittoria ed Hamilton a Ricciardo per il terzo gradino del podio. Il giro più veloce alla fine sarà di Hamilton con il tempo di 1’07”411 millesimi, nuovo record della pista, il vecchio era di Michael Schumacher su Ferrari e datato 2002.

La gara viene vinta da Bottas, alla sua seconda vittoria, con meno di 7 decimi su Vettel. Ottima la gara di Ricciardo con la Red Bull, al quinto podio consecutivo, di Grosejan, sesto, ed ancora una volta delle Force India. Si rifanno le Williams che arrivano entrambe a punti, con Stroll per la terza gara consecutiva.

Bottas entra in gioco per il mondiale piloti, Vettel guadagna 6 punti su Hamilton e la Mercedes 7 sulla Ferrari.

Quattro piloti ritirati e 16 al traguardo:

1) Bottas Mercedes 25
2) Vettel Ferrari 18
3) Ricciardo Red Bull (Renault) 15
4) Hamilton Mercedes 12
5) Raikkonen Ferrari 10
6) Grosejan Haas (Ferrari) 8
7) Perez Force India (Mercedes) 6
8) Ocon Force India (Mercedes) 4
9) Massa Williams (Mercedes) 2
10) Stroll Williams (Mercedes) 1
11) Palmer Renault  
12) Vandoorne McLaren (Honda)  
13) Hulkenberg Renault  
14) Wehrlein Sauber (Ferrari 2016)  
15) Ericsson Sauber (Ferrari 2016)  
16) Kvyat Toro Rosso (Renault)  

Tra parentesi il Costruttore dell’unità motrice.

Le classifiche piloti e team dopo la nona gara sono:

Classifica Piloti
1) Vettel 171 12) Stroll 18
2) Hamilton 151 13) Grosejan 18
3) Bottas 136 14) Magnussen 11
4) Ricciardo 107 15) Wehrlein 5
5) Raikkonen 83 16) Kvyat 4
6) Perez 50 17) Alonso 2
7) Verstappen 45 18) Palmer 0
8) Ocon 39 19) Ericsson 0
9) Sainz 29 20) Vandoorne 0
10) Massa 22 21) Giovinazzi 0
11) Hulkenberg 18 22) Button 0
 
Classifica Team
1) Mercedes 287 6) Toro Rosso 33
2) Ferrari 254 7) Haas 29
3) Red Bull 152 8) Renault 18
4) Force India 89 9) Sauber 5
5) Williams 40 10) McLaren 2

Prossima gara, fra una settimana, il 16 luglio, a Silverstone per il Gran Premio di Gran Bretagna.

F.T.

In alto