Sport

Campionato F1 2018. GP di Singapore

f1 hamilton gp singapore

Oggi, 16 settembre, sul circuito cittadino Singapore Street intorno a Marina Bay, si è svolto il Gran Premio di F1 di Singapore, quindicesima prova del campionato 2018.

Primi 10 partono con gomme rosa (hypersoft) gli altri con ultrasoft (viola) escluso Stroll con soft (gialle).

Partenza regolare escluso Perez che in curva 1 stringe a muro soft. Macchina rotta e ritiro. Vettel sul rettilineo dopo curva 6 supera Verstappen e si porta dietro ad Hamilton. Esce la Safety car per l’incidente ad Ocon e resterà in pista sino all’inizio del giro 5, nel frattempo Sirotkin va ai box per togliere dal musetto un pezzo della macchina di Ocon e passa alle gomme gialle.

Alla ripartenza i piloti mantengono le posizioni e girano con un passo molto più lento rispetto al potenziale delle auto. Le macchine formano un trenino, il secondo sorpasso della gara avverrà solo al giro 17, Vettel su Perez, con il ferrarista con gomme nuove.

Al giro 15 pit stop per Vettel che passa alle ultrasoft e ritorna in pista settimo dietro a Perez. Il giro dopo pitta Hamilton che passa alle gomme gialle e rientra quinto. Idem Bottas al giro 17 e Verstappen al 18, che rientra davanti a Vettel. Raikkonen passa in testa seguito da Ricciardo.

Vettel dopo aver superato Perez, con difficoltà, fa un paio di giri lenti forse per freni troppo caldi e non attacca i primi due, anzi aumenta il suo distacco. Da questo punto in poi farà una gara anonima badando solo ad arrivare al traguardo senza effettuare un altro pit stop. Giro 23 Raikkonen passa alle gomme gialle. Strategia sbagliata da parte della Ferrari.

Al giro 28 pit per Ricciardo che passa alle ultrasoft. Hamilton torna in testa seguito nell’ordine da Verstappen, Vettel, Bottas, Raikkonen e Ricciardo. Si riforma così la griglia di partenza dei primi sei e resterà tale sino alla fine.

Gara noiosa con i primi che hanno difficoltà, dato il tipo di pista, l’aerodinamica e le gomme ad effettuare i doppiaggi.

Giro 34 Perez dopo infiniti giri riesce a superare Sirotkin e da una sterzata urtandolo. Drive trough (passaggio dalla pit lane) per Perez. 5 secondi di penalità per Grosjean e Sirotkin, che li sconta al suo secondo pit.

Negli ultimi giri, Magnussen segna il giro veloce in gara, primo della sua carriera.

La gara termia con la vittoria 7 della stagione di Hamilton, quarta a Singapore e 69 della carriera. Ottima settima posizione di Alonso.

Ottimi Hamilton e la Mercedes. Se l’Hamilton di quest’anno avesse corso con questa Ferrari forse avrebbero già vinto il mondiale. Il pilota inglese porta il suo vantaggio a 40 punto e la Mercedes a 37. Nelle ultime 5 gare Hamilton ne ha vinte 4 contro 1 di Vettel ed ha guadagnato 48 punti in più, quasi 10 a gara, ma mancano ancora 6 gare, per un punteggio massimo di 150 punti, e quindi teoricamente tutto è ancora possibile.

Alla fine dei 61 giri 1 pilota ritirato, per incidente, e 20 al traguardo:

1) Hamilton Mercedes 25
2) Verstappen Red Bull (Renault) 18
3) Vettel Ferrari 15
4) Bottas Mercedes 12
5) Raikkonen Ferrari 10
6) Ricciardo Red Bull (Renault) 8
7) Alonso McLaren (Renault) 6
8) Sainz Renault 4
9) Leclerc Sauber Alfa Romeo (Ferrari) 2
10) Hulkenberg Renault 1
11) Ericsson Sauber Alfa Romeo (Ferrari)  
12) Vandoorne McLaren (Renault)  
13) Gasly Toro Rosso (Honda)  
14) Stroll Williams (Mercedes)  
15) Grosjean Haas (Ferrari)  
16) Perez Racing Point Force India (Mercedes)  
17) Hartley Toro Rosso (Honda)  
18) Magnussen Haas (Ferrari)  
19) Sirotkin Williams (Mercedes)  

Tra parentesi il Costruttore dell’unità motrice.

Le classifiche piloti e team dopo la quindicesima gara sono:

Classifica Piloti

1) Hamilton 281 11) Ocon 45
2) Vettel 241 12) Sainz 38
3) Raikkonen 174 13) Gasly 28
4) Bottas 171 14) Grosjean 27
5) Verstappen 148 15) Leclerc 15
6) Ricciardo 126 16) Vandoorne 8
7) Hulkenberg 53 17) Ericsoon 6
8) Alonso 50 18) Stroll 6
9) Magnussen 49 19) Hartley 2
10) Perez 46 20) Sirotkin 1

Classifica Team

1) Mercedes 452 7) Racing Point Force India (Mercedes) 32
2) Ferrari 415 8) Toro Rosso (Honda) 30
3) Red Bull (Renault) 274 9) Sauber Alfa Romeo (Ferrari) 21
4) Renault 91 10) Williams (Mercedes) 7
5) Haas (Ferrari) 76      
6) McLaren (Renault) 58   Force India (Mercedes) 59

Per la squalifica di Grosjean (Haas) a Monza la Fia deve ancora definire l’appello.

Prossima gara il 30 settembre in Russia.

nella foto Lewis Hamilton su Mercedes

F.T.

In alto